Da oggi disponibile ,a grande richiesta ritorna la nostra famosa Galantina di Pollo !


Si riaffaccia Sui nostri tavoli uno dei piatti più antichi della cucina italiana e del nostro ristorante, Che da sempre di tanto in tanto ripropone ai suoi clienti questo meraviglioso piatto, Che ben sposa tra l’altro la sempre maggiore richiesta ed esigenza di avere piatti leggeri adatti anche ad un pasto veloce. Grazie alla memoria storica del nostro locale Dario Brucchietti che ce ne ha tramandato metodo ,storia , passione e tanta pazienza per farlo, oggi potete assaggiare tale delizia.

La galantina di pollo è una ricetta tradizionale bolognese, diffusa un po’ in tutto il Centro Nord Italia, si tratta di una sorta di insaccato a base di carne di pollo o di cappone macinata, arricchita di verdure, aromi e spezie, impastata con le uova e quindi cotta nel brodo. La galantina si serve fredda, tagliata a fette, abbinata alle verdure lessate, all’insalata russa o ad altri contorni.La galantina di pollo è una ricetta tradizionale bolognese, diffusa un po’ in tutto il Centro Nord Italia, si tratta di una sorta di insaccato a base di carne di pollo o di cappone macinata, arricchita di verdure, aromi e spezie, impastata con le uova e quindi cotta nel brodo. La galantina si serve fredda, tagliata a fette, abbinata alle verdure lessate, all’insalata russa o ad altri contorni.
La galantina di pollo è un secondo piatto che appartiene alla categoria dei “rifreddi”, cioè di quegli alimenti che vengono prima cotti e poi consumati freddi e che riescono a mantenersi a lungo.

La galantina di pollo nasce come secondo piatto durante il Rinascimento a Bologna, prendendo spunto da un piatto francese, la “ballotine”, a base di carne di anatra e dalla forma rotonda, non allungata come la galantina.

Il termine deriva molto probabilmente dal latino “galatine”, ossia gelatina, anche se alcuni storici sostengono derivi dal francese “galine” (gallina) che ne è l’ingrediente principale.

La galantina di pollo è da sempre considerata un piatto nobile, preparata durante i giorni di festa utilizzando il brodo avanzato per fare il bollito misto.
  

+ There are no comments

Add yours